Prosperini raggiunto da un’ordinanza di custodia cautelare.

Un arresto in diretta

Fonte: Antimafia2000.it

di Maria Loi – 18 dicembre 2009


Milano.
E’ il sistema Prosperini: appalti truccati in cambio di tangenti e soldi pubblici per coprire debiti personali. Così l’assessore al Turismo e allo sport Piergianni Prosperini è stato raggiunto da un’ordinanza di custodia cautelare in cui lo si accusa di corruzione, turbativa d’asta e truffa.

Nelle circa 50 pagine dell’ordinanza firmata dal gip Andrea Ghinetti compaiono anche i nomi del consulente della Regione, Massimo Saini e del proprietario di Odeon Tv, Raimondo Lagostena. Secondo l’accusa, l’assessore Prosperino avrebbe ricevuto una tangente di 230 mila euro dall’imprenditore Raimondo Lagostena che si è aggiudicato un appalto da 7 milioni di euro per promuovere il turismo lombardo sulle emittenti televisive locali. I soldi sarebbero stati versati su un conto svizzero del politico all’Ubs di Lugano: una parte “sei settimane dopo la stipula del contratto” con la Regione e i restanti “fino a ottobre 2008”.
Nell’inchiesta dei pm milanesi Alfredo Robledo e Massimo Storari è emerso inoltre che Prosperini avrebbe pagato con i fondi regionali debiti per circa 200 mila euro per le sue campagne elettorali con emittenti lombarde Telelombardia e Telecity. Come confermano tra l’altro anche numerose intercettazioni.
Ancora, negli atti dell’indagine, si legge di 7 società off shore di cui l’assessore “avrebbe avuto disponibilità diretta o indiretta” scrive il gip. E in riferimento ad una tangente di 800 mila euro, provento della vendita di 8 pescherecci da parte dei Cantieri Navali Vittoria al governo eritreo, nelle carte si parla anche di “corruzione di funzionari di stati esteri”.
Stamani i militari della Guardia di Finanza hanno sequestrato all’assessore lombardo cinque conti correnti sui quali sono stati trovati 250 milioni di euro.
Intorno alla vicenda Prosperini gli esponenti del Pdl hanno fatto quadrato e lo stesso presidente della Regione, Roberto Formigoni, ha dichiarato che “almeno dalle carte l’arresto di Prosperini non sembra motivato”, anche se l’assessore dovrà chiarire parecchie cose.
La notizia dell’arresto gli è giunta da un giornalista mentre partecipava ad un programma tv, “Forte e chiaro” su Antenna Tre quando le agenzie hanno battuto le prime notizie del suo arresto. Prosperini non ha taciuto: “Ci sono delle agenzie che dicono che sono arrestato. Non è così. Sbagliano, sono qua bello paciarotto, bello tranquillo”. Ma poi la voce è andata via ed è stato inutile per il conduttore contattarlo.

NOSTRO COMMENTO: Noi siamo sempre cauti in materia di arresti. Prima di fare un processo mediatico aspettiamo che la magistratura si pronunci. Intanto riportiamo la notizia come fatto di cronaca.



Categorie:Giustizia, Politica

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: