L’attenzione del Governo per la Calabria

CN24 | Maroni: “L’attenzione del Governo per la Calabria è alta”

Fonte: CalabriaNews24 ( 19 gennaio 2010)


Maroni: “L’attenzione del Governo per la Calabria è alta” Il ministro inaugura la scuola realizzata in un bene confiscato

Stamattina, il ministro dell’Interno Roberto Maroni, ha partecipato al convegno “Convivenza, legalità e sicurezza per una comunità unità”, organizzato dal sindacato di polizia Siulp e dalla Cisl, presso l’Auditorium “Calipari” di Reggio Calabria. “L’attenzione del governo è alta per questa Regione. Lo dimostra il fatto che giovedì 28 ci sarà un Consiglio dei ministri straordinario proprio a Reggio Calabria”. Questo è quanto ha affermato il ministro Maroni, aggiungendo che verrà presentato in quella occasione un programma speciale, composto da dieci punti fondamentali, mirato a contrastare il fenomeno della ‘ndrangheta. “In questi mesi”, continua Maroni, “sono stati raggiunti importanti obiettivi nel contrasto alla criminalità organizzata, con l’arresto di numerosi latitanti e persone associate alle cosche perché lo Stato vuole vincere la sua battaglia”. Erano presenti tra gli altri il segretario generale della SIULP Felice Romano, il segretario generale della Cisl Raffaele Bonanni, il Procuratore Capo di Reggio Calabria Giuseppe Pignatone, il Presidente Bova e lassessore provinciale Giuffrè. Il sindaco Scopelliti è intervenuto durante l’incontro ringraziando il sindacato di polizia per aver preso in esame il tema della legalità e il Governo che attraverso la presenza di vari esponenti e con l’arrivo domani del Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, non ha lasciato sola la città dello stretto in questa battaglia contro la criminalità. Ed ha concluso dicendo che:” Venire incontro alle necessità di questa terra significa sostenere lo sviluppo economico e sociale non solo della Calabria ma anche del Mezzogiorno e del Paese”. Il ministro Maroni prima di arrivare al palazzo del Consiglio regionale ha inaugurato a Saracinello, nel reggino, la scuola elementare “G. Rodari”, realizzata in un bene confiscato. La scuola si trova nel quartiere Ravagnese e la struttura in cui è ospitata fu sequestrata negli anni ’90 alla cosca Libri, una delle più potenti di Reggio.’Con l’iniziativa di oggi – ha detto Maroni – si realizza un binomio fondamentale per la lotta contro la criminalità organizzata: l’aggressione ai patrimoni mafiosi e il loro utilizzo per scopi sociali’.



Categorie:Politica

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: