Ancora Rutelli….

Rutelli specula sulla condanna di Beppe Grillo

Pubblicato in data 10/nov/2012 da MovimentoCinquestelle Roma
http://www.roma5stelle.com/
https://www.facebook.com/movimentocinquestelleroma
http://www.beppegrillo.it/listeciviche/liste/roma2013/
Link: http://www.associttadini.org/ausiliaritraffico/cdcconferma.html

NOSTRO COMMENTO: E’ veramente disgustoso l’attacco di Rutelli a Grillo. Grillo non è un politico è un comico che, oltretutto, non intende e non può candidarsi. Rutelli si riferisce ad una condanna inflitta a Beppe Grillo nel lontano 1980 per un incidente d’auto per omicidio colposo già condannato e, pertanto, non candidabile come da Statuto. Perché mai dovrebbe esibire la pubblicazione della condanna? Discorso diverso è quello di Rutelli che è un politico di lunga carriera e deve dar conto alla gente dei suoi comportamenti. E allora dal momento che ha cominciato Rutelli a parlare di pubblicazione delle sentenze perché non comincia ad esibire quella della Corte dei Conti – seconda Centrale di Appello – che ha confermato le condanne nei confronti dell’ex Sindaco di Roma, Francesco Rutelli, e della sua Giunta nel procedimento per i consulenti esterni degli anni 1994-95 utilizzate dall’Amministrazione Comunale di cui Lui era Sindaco. Le sentenze sono la 136/2002A e la 137/2002A e sono pubblicate sul sito Internet della Corte dei Conti. Nonché la sentenza della Corte di Cassazione – Sez. Unite civili – N.1379 del 25 gennaio 2006. Questo il Link: http://www.ambientediritto.it/sentenze/2006/Cassazione/Cassazione%202006%20n.1379.HTM
Nonostante le condanne che riconoscevano la colpevolezza del Sindaco Rutelli, il quale avrebbe dovuto sentire il dovere morale di allontanarsi definitivamente dalla politica, tanto che è stato condannato al pagamento di svariati di milioni, è stato invece ricandidato e, purtroppo, eletto dal popolo che spesso dimentica. Pretenderebbe ora che Grillo esibisse una sentenza che non servirebbe a niente perché non è candidabile. Invece Lui che ha avuto una sentenza definitiva per le parcelle d’oro si erge a moralista e cerca alleanze con altri partiti per non perire definitivamente. Certo che ci vuole faccia tosta. Duemila anni addietro qualcuno che è stato messo in croce dagli uomini ebbe a dire: “perché stai a guardare la pagliuzza nell’occhio di tuo fratello e non ti accorgi della trave che c’è nel tuo??”

Guarda anche:

Fonte e link:  Osservatorio sulla legalità  “La sentenza della Corte dei Conti che condanna sindaco Rutelli e assessori”

Link: http://www.associttadini.org/ausiliaritraffico/cdcconferma.html



Categorie:Beppe Grillo, Politica

1 reply

  1. Mettiamo in conto inoltre la storia col tesoriere Lusi, i famosi rimborsi trafugati!!!
    Lui era cointestario insieme a Lusi di quel conto…e non si è accorto di nulla!!!
    Ma per favoreeeee…..Ovvio che il 53% non va a votare. Il rimanente 47% voterà MS5…

    Ladroni!!!!!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: