I trombati del Governo Letta

Trombati del Governo Letta

Fonte e Link: http://www.lapennadellacoscienza.it/i-trombati-del-governo-letta/

tromboneDel Governo Letta-Berlusconi emergono più gli aspiranti ministri trombati che quelli che alla fine hanno giurato tra uno sparo di pistola e flash fotografico.
Berlusconi con la scelta delle neo ministre ha messo il piede su un brutto vespaio. Infatti se ha premiato la De Girolamo e l’incredibilmente una zuccona come la Lorenzin alla Salute, lascia fuori le tre fedelissime Mara Carfagna, Daniela Santaché e un inviperita Anna Maria Bernini.

La Bernini trova presto la vendetta in poche righe pubblicate da sull’Huffington Post italiano  dal suo fidanzato Alessandro De Angelis, che offre un giudizio avvelenato su questo governo blasfemo: “È nato un governo di allegri, ambiziosi quarantenni, con tanto politicamente corretto ai limiti della melassa, con una di colore all’integrazione – bravissima, per carità, ma sa davvero di spot – una sportiva alle Pari opportunità – ministero inutile in sé, in tempi di crisi da abolire – con tanti giovani senza barba, ragazze senza tette e scollature, buoni per dire “italiani brava gente”, e nulla più” e in conclusione De Angelis scrive: “l’ennesima occasione mancata. Di cui rimarranno i sorrisi da parvenu di questa melassa di quarantenni, nelle loro vacanze a Stromboli”.

La Bernini ha trovato almeno un uomo che l’ha difesa, ma chi vendicherà invece Brunetta?
Per lui, permaloso fino al midollo non sarà certo facile fargli digerire l’affronto di Napolitano, che non ha voluto fare eccezioni e per cui niente ex ministri. Fuori tutti e via anche lui. Brunetta ha già messo le mani avanti e in un’intervista alla stampa ha dichiarato “il nostro senso di responsabilità è stato amplissimo, ma non è infinito. Sul programma di governo ci aspettiamo che il presidente Letta rispetti gli impegni che ha preso con noi”. Si parla di Imu è evidente, ma è anche evidente che non ha nessuna intenzione di lasciar correre.
Ad essere però furibondo è Stefano Fassina che non aveva il benché minimo dubbio: sarebbe stato Ministro del Lavoro. Ed invece no. Prima è fallito il tentativo di Bersani di formare il governo e non ce n’è stato per nessuno, poi il nuovo governo Letta. Quella poltrona gli spettava. Ed invece no, fuori anche questa volta, nonostante alla guida del governo sia andato Enrico Letta. Il compagno di partito ha dovuto sacrificarlo mettendo al suo posto un tecnico mediocre come Giovannini. Fassina intervistato da Monica  Guezoni sul Corriere della Sera, cerca di dissimulare la sua delusione e quando la Guenzoni chiede come mai il suo nome è stato depennato dalla lista dei ministri si limita a rispondere “Cosa sia successo non lo so, ma ho dormito lo stesso. C’è un enorme lavoro da fare anche sul versante del partito, mi concentrerò su quello” poi pronuncia due frasi sibilline: “Penso che Enrico Letta abbia dovuto comporre un puzzle difficilissimo e che il risultato sia un buon compromesso. Ci sono tante donne….” e in fine “Non ne faccio parte perché credo sia prevalso un segno di continuità con il Governo Monti, che una figura come la mia non poteva garantire. Il mio profilo non sarebbe stato coerente con quel team economico-sociale. Capisco la scelta di tenermi fuori.”. Povero Fassina, considerando chi è finito al Governo, c’è da capire perché ci sia rimasto tanto male, basti pensare che Josefa Idem è Ministro e lui no!

NOSTRO COMMENTO: I trombati minacciano fulmini e saette sia da parte del PDL che da parte  PD anche se in apparenza fanno finta di niente. Questo governo non potrà avere vita lunga anche perché il Cavaliere ha espresso il desiderio di fare il Presidente della Bicamerale per le riforme Costituzionali. Una pretesa assurda stante i processi in corso che ha Berlusconi. Ma come caz…..si fa ad avere certe pretese! Questo sarà un valido motivo di spaccatura in seno al Governo. Vedrete! Non durerà molto! Intanto Noi regaliamo una bella tromba agli esclusi da ambo le parti (PD-PDL). Auguri!



Categorie:Politica

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: