Per la Cassazione il Porcellum è incostituzionale

Per la Cassazione il Porcellum è incostituzionale, ma il Governo non vuole la riforma elettorale. Ecco perché

di Vittoria Patanè – 30 May 2013

Fonte e Link: Forexinfo.it

leggeelettpraleIl 17 maggio scorso la Corte di Cassazione ha depositato un’ordinanza che richiama l’attenzione sui vizi di costituzionalità contenuti nell’attuale legge elettorale, ma il documento sembra essere rimasto imprigionato a piazza Cavour e fatica ad arrivare alla Consulta. Il motivo ufficiale? Mancano dei timbri, ma la realtà sembra essere un’altra.

Nel momento del suo insediamento l’attuale Premier Enrico Letta aveva sottolineato l’importanza di riformare il sistema elettorale vigente, poiché inadeguato e causa di ingovernabilità. Ma a un mese dall’inizio dei lavori dell’attuale Governo, ancora neanche l’ombra di una proposta.

Ci ha provato Giacchetti, ma la sua idea di ritornare a Mattarellum è stata respinta dalle varie parti politiche, creando tra l’altro nuovi problemi all’interno del PD.

Siamo punto e a capo quindi, nonostante il Presidente del Consiglio continui ad evidenziare l’importanza di un cambiamento:

La legge elettorale va cambiata, sarà parte fondamentale del processo di riforme perché l’attuale legge non è giusta per le esigenze. Va cambiata ma sappiamo che dobbiamo far sì che sia un percorso fatto insieme con larga condivisione”.

E si sa, tra litigi e scaramucce varie, trovare una larga condivisione richiederà tanto, tanto tempo. È proprio questo il nodo della questione: il tempo.
Cerchiamo di capire meglio cosa sta succedendo.

L’ordinanza della Cassazione

Dopo otto anni (il Porcellum è entrato in vigore nel 2005) la Corte di Cassazione ha chiesto alla Consulta di verificare la costituzionalità dell’attuale legge elettorale, o almeno di due punti fondamentali in essa contenuti: il premio di maggioranza al Senato e le liste bloccate.

Per quanto riguarda il primo punto, la Corte Suprema pone:

dubbi di legittimità costituzionale per la mancanza di una soglia minima di voti e/o seggi e per un meccanismo irrazionale che di fatto contraddice lo scopo che vuole perseguire”.

Quale sarebbe questo scopo? La Governabilità. Si legge inoltre:

“Il bonus diverso per ogni regione porta a una sommatoria casuale dei premi regionali che finiscono per elidersi tra loro e possono addirittura rovesciare il risultato ottenuto dalle liste e coalizioni su base nazionale”.  (Tratto da Forexinfo.it)

Parlando delle liste invece la Cassazione evidenzia che il modello tuttora in vigore potrebbe mettere a rischio la libertà di voto dei cittadini, poiché essi non possono pronunciarsi sul singolo candidato. Ci si chiede:

“se possa ritenersi realmente libero il voto quando all’elettore è sottratta la facoltà di scegliere l’eletto e se possa ritenersi personale un voto che è invece spersonalizzato“.

Questi i motivi per cui la Cassazione ha chiamato in causa la Consulta, ma finora l’ordinanza non è riuscita ad arrivare al Colle.

I motivi

Sono in molti a chiedersi oggi perché ci voglia così tanto tempo per formulare una proposta valida di riforma, ma anche perché la burocrazia italiana sia talmente lenta da permettere che dopo 12 giorni una semplice ordinanza non possa passare da un palazzo all’altro.

Il motivo è presto detto: se la Consulta accettasse anche solo una delle due obiezioni poste dalla Corte di Cassazione, si scatenerebbe la battaglia tra i partiti sulla riforma elettorale. Battaglia che metterebbe a repentaglio le larghe intese e la stessa sopravvivenza dell’attuale Governo.

Nessuno, e questo ormai appare chiaro, vuole nuove elezioni a breve. Aprire un dibattito sul Porcellum, col rischio (o probabilità?) che PD e PDL non trovino mai un accordo, vorrebbe dire porre una quasi condanna sull’esecutivo.

E quindi? E quindi facciamo in modo che questa incostituzionalità (se c’è) venga stabilita tra un po’ e per adesso, teniamoci il caro vecchio Porcellum. Sarà pure una condanna all’ingovernabilità, ma per adesso, secondo i partiti, è meglio tenerselo ancora un altro po’.

Potrebbe interessarti anche:

IL MATTARELLUM – CLICCA QUI



Categorie:Politica

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: