Primo stop alla TARES

Primo stop alla Tares

Primo stop alla Tares.

Fonte e Link:http://www.meetup.com/grillireggini/messages/boards/thread/40983832#114594472

 Il TAR (tribunale amministrativo regionale) di Reggio Calabria dice che non si possono imporre tasse arbitrarie, perché “la normativa vigente impone di rapportare le tariffe al servizio offerto”. Quindi se il servizio è scarso o inefficiente la tassa si deve abbassare.
Questa è la prima pronuncia di un Tribunale amministrativo sulla Tares (imposta che ha preso il posto della Tarsu, la tassa per lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani, e della Tia, la tariffa di igiene ambientale) al comune di Siderno.

 La sezione di Reggio Calabria del TAR, nella camera di consiglio del 9.1.2014, rispondendo alla richiesta di sospensione dei provvedimenti impugnati sulla Tares, ha disposto a carico dell’Amministrazione Comunale, la produzione di una relazione dettagliata sul servizio svolto nel 2013. I ricorrenti nella loro richiesta al Tar di cancellazione delle disposizioni che regolamentano la tariffa comunale, infatti, avevano esposto le gravissime disfunzioni che si erano verificate nel servizio raccolta rifiuti nell’anno 2013, evidenziando che “la normativa vigente impone di rapportare le tariffe al servizio offerto”. L’avvocato Maria Cecilia Gerace sostiene che l’ordinanza del TAR, che in piena e fedele applicazione della normativa vigente contempera con estremo equilibrio gli interessi pubblici e privati coinvolti, rende concreta la possibilità di un vero dialogo tra gli Amministratori ed i cittadini di Siderno che hanno più volte espresso “ l’auspicio e la disponibilità a trovare una soluzione in sede amministrativa che sia conforme alla vigente normativa e finalizzata al perseguimento dell’interesse pubblico, inteso come miglior risultato possibile per la collettività nel suo insieme salvaguardando nel contempo i diritti dei singoli componenti” .

IL NOSTRO COMMENTO: l’occasione è buona per intavolare un dialogo tra cittadini e  Comune di appartenenza per ridurre  l’importo della Tares per l’anno 2013 ove mai il servizio  non sia stato efficiente atteso che  “la normativa vigente impone di rapportare le tariffe al servizio offerto”. Se il colloquio non dovesse sortire alcun effetto inviate per racc.a.r. la sottosegnata istanza di riduzione della tariffa TARES. In caso di silenzio o di rifiuto attivate immediatamente le procedure giudiziarie richiedendo anche un eventuale danno arrecato alla salute ed all’ambiente. Questa istanza vale per il Comune di Reggio Calabria ma può essere adattata anche per altri Comuni che si trovano in analoga situazione.

RACCOMANDATA A/R

All’Amm.ne Comunale

In persona dei legali rappresentanti pro tempore

Piazza Italia

89100 Reggio Calabria

OGGETTO: T.A.R.E.S. istanza di riduzione tariffa

IL Sottoscritt______________________________________________________________________

Nat__a________________________________________Prov.________il______________________

Residente in Reggio Calabria, Via_____________________________________N.________________

C.F._______________________________________codice contribuente________________________

CONSIDERATO

 Che l’art.14, comma 20 del D.L. 6.12.2011,N.201, convertito con modificazioni nella legge  22.12.2011,N.214, dispone che il tributo T.A.R.E.S. “ è dovuto nella misura massima del 20 della tariffa, in caso di mancato svolgimento  del servizio di gestione dei rifiuti, ovvero di effettuazione dello stesso in grave violazione della disciplina di riferimento, nonché di interruzione del servizio per motivi sindacali o per imprevedibili impedimenti  organizzativi che abbiano determinato una situazione riconosciuta  dall’autorità sanitaria di danno o pericolo di danno alle persone o all’ambiente”;

Che l’effettuazione del servizio si presenta deficitario e viola gravemente la disciplina di riferimento, essendo notoria la presenza costante di rifiuti giacenti sul territorio comunale;

CHE  in riferimento ai mq viene illegittimamente applicata una tariffa maggiore per i locali con dimensioni inferiori  e lo stesso dicasi per i nuclei familiari  più numerosi, quando il D.P.R. 158/99 all’art..5 per il calcolo della tariffa  per le utenze domestiche al comma  1 prevede: “Stabilito ai sensi dell’art.4, comma 2, l’importo complessivo dovuto a titolo di parte fissa dalla categoria delle utenze domestiche, la quota fissa da attribuire  alla singola utenza domestica viene determinata secondo quanto specificato nel punto 4.1 dell’allegato 1 al presente decreto, in modo da privilegiare i nuclei familiari più numerosi e le minori dimensioni del locali”.

C H I E D E

L’annullamento  in autotutela delle determine  e delle delibere , comunque degli atti preliminari  e prodromici, conducenti alla determinazione dell’attuale delibera  per i vizi sopra indicati ed in subordine, la rideterminazione  della somme richieste a titolo di pagamento T.A.R.E.S. entro i limiti previsti dalla normativa sopra citata.

Ed avendo proceduto al pagamento  di Euro_________come da avviso di pagamento T.A.R.E.S.  N.________

si chiede,altresì, il rimborso delle somme eccedenti versate mediante Modello F/24, rideterminate secondo il disposto dell’art.14 c.20 della legge 214/11.

In caso di silenzio o rifiuto, si riserva di tutelare il proprio diritto attivando le necessarie procedure giudiziarie richiedendo, inoltre,  il risarcimento dell’eventuale  riconoscimento del danno arrecato alla salute ed all’ambiente.

Reggio Calabria,lì_________________________                                               Firma




Categorie:Giustizia, Politica

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: