Perchè non c’è pace nel mondo

Perché non c’è pace nel mondo

Fonte e Link: http://webmaildomini.aruba.it/redir/cgi-bin/webmail

Cari Abbonati a La Buona Notizia
Il mondo si trova in preda a pericoli e mali che sembrano andare oltre ogni possibilità di rimedio da parte dei suoi governanti. Nel Medio Oriente i genocidi si ripetono. I focolai di guerra crescono in diverse parti del globo e – come asseriscono voci eminenti – sembra di assistere a una terza guerra mondiale strisciante, che potrebbe all’improvviso divampare minacciando di estinguere il genere umano.

Si ha l’impressione che se i popoli non saranno decimati mediante armi per la distruzione in massa, lo saranno mediante crisi economiche mondiali ben orchestrate dai poteri occulti. Quanto accade non un caso. Ogni effetto ha una causa. Troppo spesso i governi cercano di trovare delle soluzioni trattando solo gli effetti, ma questi non spariranno da soli finché non saranno rimosse le cause. Troviamo sei settori principali che hanno provocato il presente stato delle cose nella civiltà moderna: i governi, il mondo degli affari e dell’industria, la scienza e la tecnologia, l’istruzione moderna, i sindacati, la religione, tutto il genere umano.

Dove abbiamo sbagliato?

La civiltà è diventata ciò che i suoi leader ne hanno fatto, e l’istruzione è l’alma mater dei leader stessi, i quali sono in gran parte ciò che il sistema educativo ne ha fatto! L’istruzione, nel canto suo, ha dovuto cedere il passo al materialismo intellettuale. La conoscenza dei veri valori è stata gettata via o perduta lungo il cammino della “modernità”. I problemi che affliggono il mondo, inclusi quelli economici, sono di natura spirituale. Individuare le cause spirituali sarebbe l’inizio della salvezza del genere umano. La conoscenza esclusivamente materialistica e tecnologica, di cui il mondo è sempre più schiavo, non è però in grado di comprendere le cause spirituali, né ha interesse di risolverli, perché anch’essa prigioniera nella giungla del mercato globale. Le soluzioni o i disastri risiedono nelle scelte che l’uomo fa.

Esiste una formula molto semplice che perfino un bambino capirebbe, ma la natura umana gli resiste. “Esistono soltanto due vie o modi di vivere” – diceva un vecchio saggio nel secolo scorso: “Una è la via del prendere, l’altra è la via del dare”, egoismo contro altruismo. Due modi di vivere completamente opposti. L’altruismo produce pace, benessere e prosperità universale, l’egoismo causa invece ingiustizie, conflitti, guerre, impoverimento e morte a livello individuale, famigliare, nazionale e mondiale.

Quella del “prendere” è la via dell’egocentrismo, della vanità, dell’avidità, dell’invidia, dell’ostilità nei confronti del proprio prossimo e della ribellione contro ogni genere di autorità. Quella del “dare”, invece, è la via dell’amore altruistico, dell’interessamento al bene del prossimo come al proprio. E’ la via dell’aiuto, del servizio, della cooperazione, della gentilezza, della considerazione e del rispetto.

Ora, ogni governo umano è quell’autorità organizzata al di sopra del popolo per assicurare a ciascun individuo, mediante la legge e l’ordine, quelle libertà e diritti che non siano in contrasto coi diritti e le libertà legittime degli altri. Gli uomini politici di tutte le nazioni, però, governano in un mondo che vive secondo la via del “prendere”. Un governo giusto dovrebbe produrre una società soddisfatta, felice, pacifica e prospera. Tuttavia, gli uomini politici, essendo essi stessi figli di questo stesso mondo, si sono assuefatti alla via del “prendere”: Indebitano lo Stato mediante lo sperpero del denaro pubblico e poi cercano di estinguere il loro debito facendo pagare altre tasse. Non c’è da meravigliarsi se tutti, governo e governanti, in qualsiasi nazione, fanno la corsa a chi toglie di più all’altro.

Un’altra causa dell’impoverimento dei popoli è la degenerazione morale, dove il “peccato”, il senso naturale del giusto non esiste più, ma viene esaltato il male come modello di vita. Tutta questa corsa ai piaceri della carne e alla soddisfazione del corpo fa morire di fame lo spirito umano, che a sua volta produce altro egoismo, perdita degli affetti naturali, sperpero di denaro e impoverimento, come il figliol prodigo della parabola di Gesù.

Dobbiamo comunque riconoscere che i governi umani sono sempre necessaria, altrimenti avremmo l’anarchia. Ma dove hanno fallito? I governi non sono riusciti a correggere o a mutare il modo di vivere naturale del “prendere”, ma lo hanno invece imitato alla grande. E tutti i mali che stanno trascinando questo mondo verso la sua fine sono causati dall’attitudine egoistica e avida che si è infiltrata nella natura umana fin dal tempo di Adamo ed Eva.

I governi di tutte le nazioni asseriscono di operare per la pace – essi, però, sono anche capaci di guerreggiare per avere tale pace! Che paradosso!

Parlando con i vari capi di Stati sono i primi ad ammettere (privatamente) di dover affrontare problemi che vanno al di là della loro capacità umana o governativa. Alcuni di questi governanti hanno perfino affermato che la sola speranza di sopravvivenza per l’umanità entro i prossimi 15-30 anni risiede ormai nella ipotetica nascita di un super governo mondiale, con una forza militare unificata, in grado di imporre giustizia e pace a tutte le nazioni. Allo stesso tempo, però, essi ammettono che è impossibile per l’uomo, totalmente egocentrico nel suo orientamento, di produrre un mondo così giusto e unito. L’umanità, da sola, non riuscirà mai cambiare o migliorare la sua natura egocentrica, né a stabilire un governo mondiale realmente giusto, pacifico ed unito. Ci vorrà un intervento divino!

La Buona Notizia ha lo scopo di annunciare che l’intervento divino ci sarà!

Forse le profezie bibliche verranno a compimento in questa nostra generazione, la quale è testimone dell’Olocausto, della rinascita dello Stato d’Israele nel Medio Oriente e delle nazioni che sembrano cercare la giustificazione per invadere ancora una volta la città di Gerusalemme.

Nessuno sa il giorno e l’ora, eccetto il Padre. Questo mondo però non si può permettere un’altra guerra mondiale, che vedrebbe in uso terribili armi di distruzione di massa. DIO non lo permetterà.

L’ordine di pace mondiale verrà e sarà Dio stesso a farlo! C’è la possibilità che questa nostra generazione vedrà un NUOVO MONDO instaurato da Dio, per il benessere di tutti. Tra non molto, i miliardi di persone sulla terra seguiranno la “via del dare”, e sarà allora, e soltanto allora, che l’umanità troverà finalmente la vera pace e la vera felicità.

Per coloro che rifiutano di ravvedersi dei loro peccati saranno dolori. Ma per coloro che amano Dio e la Sua santa via li attende un futuro meraviglioso. Perché non sali anche tu nella nuova “arca” di Dio misericordioso e Onnipotente?

IL NOSTRO COMMENTO: Un gran bello articolo! NOI lo condividiamo e pubblichiamo con preghiera di darne diffusione e con la speranza che venga letto da qualche politico che conta. Pensate per assurdo, come sarebbe il mondo se non ci fosse il danaro: fonte di tanti guai. L’umanità dal punto di vista tecnologico ha fatto passi da gigante. Dal punto di vista morale è rimasta all’età della pietra. Forse il ritorno di Cristo potrebbe porre fine a tutte queste guerre e genocidi sulla Terra. Ma ritornerà Gesù Cristo da Noi? Per chi crede in Dio: SI! Per gli atei e miscredenti tutto finisce con la morte. Questa tesi la sostenne anche la grande scienziata Margherita Hack che morì atea. Come ateo morì il grande giornalista Augusto Guerriero (alias “Ricciardetto” ) lasciando un libro introvabile dal titolo: “Quaesivi et non inveni” Voleva risolvere il problema dell’esistenza di Dio con la ragione e non con la fede. Morì ateo. Per l’appunto!

Annunci


Categorie:Politica, Religione

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: