730 precompilato pronto dal 15 aprile: come richiederlo

730 precompilato pronto dal 15 aprile: come richiederlo

di Manuela Margilio | 4 Dicembre 2014

Fonte e link: http://www.forexinfo.it/730-precompilato-pronto-dal-15?utm_source=Forexinfo+Forex+Trading+Online&utm_campaign=1dc5d583dd-forexinfo-daily-email&utm_medium=email&utm_term=0_4302bacf08-1dc5d583dd-302716845

Il 730 precompilato sulla base di quanto disposto dall’agenzia delle entrate potrà essere preso in visione qualora si sia in possesso di codice Pin.

Con la bozza delle istruzioni per poter accedere al 730 precompilato, pubblicata dall’Agenzia delle entrate, vengono chiarite le modalità per poter prendere in visione il modello della dichiarazione dei redditi 2015. Sarà necessario accedere al sito internet del fisco e munirsi di apposito Pin. Vediamo come procedere. Facciamo prima un passo indietro.

Cos’è il 730 precompilato?
Si tratta della denuncia dei redditi che debutterà l’anno prossimo, messa direttamente a disposizione del cittadino tramite web. In essa sono già riportati i dati relativi alla situazione finanziaria del contribuente, già a conoscenza del fisco. E’ riservata ai prestatori di lavoro dipendenti e pensionati è conterrà tutta una serie di informazioni presenti nella certificazione unica, dati relativi all’anno precedente e comunque in possesso dell’agenzia delle entrate.

Il Pin
Occorrerà pertanto accedere al sito internet dell’agenzia delle entrate per poter prendere in visione il 730 precompilato che sarà disponibile a partire dal prossimo 15 aprile.
L’apposito pin potrà essere richiesto:

  • accedendo al sito,
  • telefonando al numero 848800444,
  • recandosi presso la sede locale dell’agenzia delle entrate provvisti di documento di identità.

Modalità di presentazione
Una volta che si è entrati in possesso del 730 precompilato lo si dovrà presentare entro il 7 luglio secondo una delle due seguenti modalità:

  • online, dopo aver verificato la correttezza dei dati già riportati sul documento. Nel caso in cui le informazioni contenute nella dichiarazione presentino degli errori, il contribuente dovrà provvedere ad effettuare le dovute rettifiche o integrazioni. Non saranno effettuate verifiche in ordine agli oneri detraibili e deducibili.
  • tramite professionista abilitato o caf; in questo caso sarà necessario fornire apposita delega al professionista affinché possa accedere al sito e scaricare il modello. Il Fisco provvederà a effettuare i necessari controlli nei confronti del caf o del professionista. Essi sono gli unici e diretti responsabili di quanto dichiarato per conto del contribuente, anche di errori nella dichiarazione stessa.

Seguito quanto detto finora si constata che il cittadino non riceverà direttamente a casa il modello 730 ma si dovrà attivare sopportando i relativi costi.

IL NOSTRO COMMENTO: Caro Renzi! Ognun col proprio metro altrui misura! Il provvedimento è bello ma non balla, come si suol dire. Non tutti dispongano a casa  di  Internet ed un PC per mettersi in contatto con l’Agenzia delle entrate, avere un pin e scaricare il modello. Non tutti, anche avendo PC ed Internet, lo  sanno fare! Con questi chiari di luna avere un PC ed essere abbonati ad internet comporta dei costi non bassi. Facciamo qualche conto! Un Pc decente costa almeno dalle 600/700 euro. Un abbonamento ad Internet  costa circa 50 euro al mese. Tu ragioni, caro Renzi, con la tua testa non con quella dei lavoratori Italiani e dei pensionati di oggi che li avete ridotti ai minimi termini. Se la gente non arriva a fine mese per le cose indispensabili che sono quelle primarie (mangiare ed avere un alloggio) come vuoi che si mantenga un PC ed internet? Oltretutto per rendere ancora le cose più facili al popolo Italiano, sei o non sei stato Tu, Caro Renzi, che hai proposto una tassa sui PC, smartphone e tablet dal 2015? E allora se non vuoi prendere per il culo i cittadini rendi questo provvedimento del 730 effettivamente gratis e facile da usare.  Togli subito quella stupida  tassa sui PC ecc. Rendi gratis la navigazione su Internet che ormai è diventato indispensabile per tutti.  Facilita l’acquisto di un PC. Solo allora puoi uscire impettito e dire, coram populo: ho fatto finalmente un provvedimento giusto! Non fare come Grillo che vuole la democrazia diretta pretendendo di consultarsi via Internet con tutti gli iscritti al Movimento. E quelli che  sono iscritti al M5S e non hanno il PC ed Internet che fanno? Non votano, naturalmente! Oppure si attacano al tram! Direbbero a Roma! Noi questo fatto lo abbiamo più volte, inutilmente, denunziato da queste pagine a Beppe Grillo. Ma non abbiamo avuto alcuna risposta. Non ti pare, Caro Renzi,  che sarebbe il caso di cominciare a ragionare un po con la testa? Prima di rendere effettivi e generali provvedimenti che coinvolgono la generalità di soggetti imponendo obblighi alle persone bisogna creare le condizioni perchè questi provvedimenti non impongano alcun onere ai soggetti stessi e tutti ne siano dotati,  diversamente opinando,  si impongono solo delle tasse che si aggiungono a quelle già esistenti. E secondo Te questo è giusto?   

 

Annunci


Categorie:Politica

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: